Cerca
Close this search box.

LEGGE DI BILANCIO 2024: COME CAMBIANO I BONUS EDILIZI IN ITALIA

LEGGE DI BILANCIO 2024 COME CAMBIANO I BONUS EDILIZI

La Legge di Bilancio 2024 segna un momento significativo per il settore dell’edilizia in Italia, introducendo cambiamenti rilevanti riguardanti i bonus fiscali.

Questi bonus, che a detta di molti si sono rivelati vitali per stimolare ristrutturazioni efficienti e sicure, subiscono aggiustamenti che influenzano sia i professionisti del settore sia i proprietari di immobili.

In questo articolo, esploreremo come le modifiche impattano specificamente il Superbonus, il Sismabonus, il Bonus 75% Barriere Architettoniche e l’Ecobonus per infissi e serramenti. Questa analisi aiuterà a comprendere meglio le nuove opportunità e sfide che emergono dalla recente legislazione fiscale.

Tabella dei Contenuti

Superbonus: Cambiamenti e Impatti

Il 2024 porta una svolta significativa nel Superbonus, una delle agevolazioni fiscali più influenti nel settore dell’edilizia italiana.

Fino al 2023, questo incentivo ha permesso ai proprietari di immobili di godere di un credito d’imposta elevato, fino al 110%, per interventi di riqualificazione energetica e riduzione del rischio sismico.

Tuttavia, con l’arrivo del nuovo anno, l’aliquota del Superbonus viene ridotta al 70%. Questa modifica ha un impatto considerevole sul settore: da una parte, ha stimolato i proprietari ad accelerare i lavori di ristrutturazione entro la fine del 2023; dall’altra, impone ai professionisti del settore di rivedere le loro strategie commerciali e operative.

Nonostante la riduzione, viene mantenuta un’attenzione particolare per i nuclei familiari a basso reddito (ISEE inferiore a 15mila euro), per i quali il credito d’imposta del 110% rimane disponibile, anche per la quota di lavori non asseverati entro il 31 dicembre 2023.

Questa misura mira a garantire che i benefici del Superbonus rimangano accessibili alle fasce più bisognose della popolazione, salvaguardando l’obiettivo di una ristrutturazione edilizia sostenibile e inclusiva.

Sismabonus: Nuove Regolamentazioni

Il 2024 introduce regolamentazioni più stringenti per il Sismabonus, un’iniziativa fondamentale per la sicurezza strutturale in Italia, particolarmente nelle zone sismiche.

Queste nuove normative mirano a rafforzare l’efficacia del bonus, limitando la cessione del credito d’imposta per specifici tipi di interventi, come la demolizione e ricostruzione.

Questo si traduce in una maggiore attenzione verso gli interventi realmente necessari e una riduzione delle possibilità di abuso del sistema.

Queste modifiche rappresentano una svolta significativa, poiché impongono un uso più mirato del Sismabonus, garantendo che le agevolazioni siano dirette agli edifici effettivamente danneggiati da eventi sismici.

Bonus 75% Barriere Architettoniche: Specifiche e Limitazioni

La Legge di Bilancio 2024 segna un cambiamento significativo nel Bonus Barriere Architettoniche, un’agevolazione cruciale per migliorare l’accessibilità degli immobili.

Le nuove regolamentazioni restringono il campo degli interventi ammissibili, concentrandosi su specifiche modifiche strutturali come l’installazione di ascensori, rampe, servoscala e piattaforme elevatrici. Di conseguenza, risulta quindi escluso da tale beneficio fiscale tutto il comparto degli infissi e serramenti.

Questo rafforzamento delle normative mira a prevenire l’uso improprio del bonus, garantendo che i fondi siano destinati a interventi realmente necessari per l’eliminazione delle barriere architettoniche, in linea con gli obiettivi di inclusività e accessibilità dell’edilizia moderna.

Ecobonus 50% per Infissi e Serramenti: Detrazioni e Requisiti

L’Ecobonus per infissi e serramenti, nel 2024, continua a essere uno strumento chiave per la promozione dell’efficienza energetica.

I proprietari di immobili possono beneficiare di una detrazione fiscale del 50% per la sostituzione di infissi e serramenti, mirando ad un efficientamento dell’isolamento termico.

Il limite di spesa per questa detrazione è fissato a 60.000 euro per unità immobiliare. Questa misura incentiva gli interventi di miglioramento energetico, essenziali per ridurre i consumi e aumentare il comfort abitativo.

Conclusioni e Considerazioni Finali

La Legge di Bilancio 2024 rappresenta un punto di svolta per l’edilizia in Italia, con i suoi aggiornamenti sui bonus fiscali che pongono nuove sfide e offrono nuove opportunità.

Queste modifiche richiedono un’attenta valutazione sia da parte dei professionisti del settore che dei proprietari di immobili, per massimizzare i benefici e adattarsi efficacemente ai cambiamenti normativi.

Rimane fondamentale, per tutti gli attori coinvolti, un approccio proattivo e informato verso queste novità, al fine di navigare con successo nel panorama, in continua evoluzione, dell’edilizia sostenibile e sicura.

Massimiliano Aguanno
LEMA SERRAMENTI – MILANO

Pubblicato in: GUIDE e CONSIGLI

ARTICOLI RECENTI

SERRATURE CON PROTEZIONE DEFENDER

In un mondo sempre più attento alla sicurezza, la protezione dei propri immobili, siano essi residenziali o commerciali, è diventata una priorità imprescindibile. Le serrature svolgono un ruolo fondamentale nella protezione contro furti e intrusioni, rappresentando la prima linea di difesa per ogni stabile. Tuttavia, non tutte le serrature offrono lo stesso livello di sicurezza e resistenza.

VITA DI CONDOMINIO: DOPPIE FINESTRE, UN PROBLEMA PER IL DECORO

Ci giungono sempre più richieste di isolamento acustico e spesso queste richieste sono focalizzate su soluzioni apparentemente semplici che vengono proposte da diversi operatori. In gergo possiamo chiamarle ‘doppie finestre’ ovvero applicare una seconda finestra sul filo esterno della facciata. Facciamo dunque un po’ di chiarezza, proponendo anche quanto stabilito da una recente sentenza del Tribunale di Milano.

RIVOLUZIONE NEL BONUS 75% BARRIERE ARCHITETTONICHE 2024: NUOVE REGOLE E ALTERNATIVE

Con l’emanazione della nuova Legge di Bilancio 2024, il Bonus Barriere Architettoniche 75% ha subito cambiamenti significativi che ne hanno ristretto l’ambito di applicazione. Questi aggiornamenti normativi rappresentano un importante punto di svolta, non solo per i professionisti del settore dell’edilizia ma anche per i beneficiari finali dell’incentivo.