fbpx

IL BLOG

News e cose da sapere per acquistare o sostituire i tuoi infissi a Milano e provincia in tutta sicurezza

Vetri antisfondamento Milano: come illuminare l’ingresso anche se hai la porta blindata

È possibile inserire dei vetri in una porta blindata e renderla perfetta anche per una progettazione di design? In questo articolo voglio parlare di vetri antisfondamento a Milano, una città in cui la richiesta di volersi sentire al sicuro è sempre molto frequente tra i miei clienti.

 

I vetri antisfondamento a Milano rappresentano sempre di più una misura cautelativa molto richiesta. E non vale solo per le finestre, ma anche per le porte blindate. Oggi sul mercato si trovano vari tipi di vetri antisfondamento e antiproiettile che garantiscono sicurezza e isolamento certificati. Ma dietro alla scelta di vetro antisfondamento per una porta blindata c’è anche altro. C’è il desiderio di rendere più luminoso un ingresso senza rinunciare alla sicurezza, per esempio. In più, corredare la propria porta blindata con un vetro rende la porta stessa un elemento di arredamento, con un’attenzione particolare al carattere e alla personalità.

Un tocco di stile che di certo non passa inosservato.

 

Vetri antisfondamento, caratteristiche e test della sicurezza 

 

I vetri di sicurezza sono soggetti a specifici test di resistenza, regolamentati dalla normativa UNI EN 356 “Prove e classificazione di resistenza contro l’attacco manuale”.

Questa normativa classifica i vetri blindati in base alla resistenza ai tentativi di manomissione. In particolare, i vetri devono sostenere 2 tipi di test:

 

  • Prove antivandalismo: con questo test si verifica la risposta del vetro agli atti vandalici. Si tratta, quindi, di osservare la resistenza del vetro all’impatto con una sfera d’acciaio standard (diametro di 10 cm e massa di 4,11kg). Si lascia cadere la sfera da varie altezze, individuando 5 classi di sicurezza dalla P1A alla P5A.
  • Prove antieffrazione: la resistenza all’effrazione invece prevede un test specifico, detto prova dell’ascia. Anche in questo caso, si utilizza quale strumento standard un’ascia con testa in acciaio fucinato da 2 kg. In base alla reazione osservata, vengono individuate 3 classi di sicurezza in ordine crescente, P6B, P7B e P8B.

 

Vetri blindati antiproiettile

 

È invece la normativa UNI EN 1063 “Classificazione e prove di resistenza ai proiettili” a stabilire la resistenza ai proiettili, secondo prove specifiche. Anche in questo caso, i risultati delle prove determinano una classificazione.

Come si testano le vetrate (con uno o più strati di vetro) e le lastre composite (vetro e plastica)? Esplodendo contro le vetrate e le lastre stesse colpi di pistola, fucile e fucile da caccia. I test prevedono che vengano esplosi contro la lastra 3 colpi ravvicinati, esattamente ai vertici di un triangolo equilatero di 10 mm di lato.

Per le classi derivate dai test condotti con pistola e fucile si utilizza la sigla BR con 7 classi individuate, da BR1 a BR7

Per le classi derivate dai test condotti con il fucile da caccia, si utilizza la sigla SG, con 2 sole classi individuate, SG1 e SG2.

Inoltre, la normativa prevede un’ulteriore classificazione per i vetri che sono in grado di resistere a vari livelli anche alle schegge. La normativa dice che:

 

  1. Non vi deve essere nessuna perforazione della vetrata da proiettile o parte di esso e nessuna perforazione del foglio testimone da schegge di vetro sulla faccia opposta. Si classifica questo tipo di vetrata con un marchio addizionale NS (senza schegge)
  2. Non vi deve essere nessuna perforazione della vetrata da proiettile o parte di esso, ma perforazione del foglio testimone da schegge di vetro staccatesi dalla faccia posteriore. Questo tipo di vetrata viene classificata con un marchio addizionale S (schegge)

 

Vetri antisfondamento Milano: configurazioni possibili della vetratura per porte blindate

 

Le porte blindate con vetri antisfondamento possono avere diverse configurazioni della disposizione dei vetri nella struttura dell’infisso.

In gergo tecnico, li suddividiamo in 3 tipi diversi:

 

  • Vetro sopraluce: è il vetro posizionato al di sopra dell’anta (o delle ante nel caso di doppio battente).  Può avere varie forme: dalla mezzaluna, al rettangolo, al triangolo a seconda del contesto.
  • Vetro fiancoluce: è la vetratura che si trova a lato dell’anta, montata su un’apposita anta fissa aggiuntiva. Anche in questo caso possiamo scegliere tra forme diverse, a seconda delle caratteristiche dell’immobile e ovviamente dei gusti personali.
  • Finestratura: parliamo, infine, di finestratura quando i vetri sono incastonati all’interno dell’anta stessa. Come sempre, le possibilità sono moltissime: dall’inserto singolo a quelli multipli, con tante varianti di forme e distribuzione.

 

Personalizzazione, dettagli, sicurezza, design: la collezione Bauxt che trovi da Lema Serramenti

 

In Lema Serramenti abbiamo a disposizione le serie Bauxt, azienda leader nella produzione di porte blindate. Per la sicurezza degli infissi blindati, Bauxt utilizza diverse tipologie di vetri antisfondamento. Tutti i vetri garantiscono, su richiesta, prestazioni antieffrazione, antiproiettile, isolamento acustico e termico. Di serie vengono impiegati vetri di sicurezza P5A che offrono un alto isolamento termico con UG=1,1W/m2K, e su richiesta vetri blindati di classe P7B per chi cerca una maggiore sicurezza (questi vetri infatti sono anche antiproiettile BR2/S).

Abbiamo scelto Bauxt perché è possibile curare ogni minimo dettaglio, anche la personalizzazione dei vetri. La scelta fra le tantissime finiture disponibili è eccezionale: trasparenti, stopsol, stampati, satinati, solo per nominare le finiture più scelte a Milano e dintorni.  Trasparenze e riflessi colorati illuminano e impreziosiscono realmente gli ingressi e arredano la casa. Ed è così che la scelta della porta blindata viene inserita in un progetto di design, diventandone elemento caratteristico.

Insomma, non accontentarsi di una porta blindata sicura, ma magari poco piacevole alla vista o che stoni con l’arredo e il design degli ambienti è possibile.

In Lema Serramenti siamo anche specializzati in isolamento acustico.

E per cominciare a capirne meglio e di più puoi richiedere gratuitamente la Guida che ho scritto per aiutarti a scegliere i tuoi serramenti senza fare errori.

Se cerchi vetri antisfondamento a Milano, magari da personalizzare per rendere sfavillante di luce il tuo ingresso, puoi chiederci una consulenza.

In Lema non troverai semplici venditori, ma veri e propri consulenti: non ti resta che provare il nostro servizio di assistenza clienti, sempre attivo per accogliere le tue richieste.

Scrivici sulla chat che trovi in questa pagina, ti risponderà la squadra Lema per ascoltare le tue richieste.

 

 

Per approfondire:

normativa UNI EN 356 “Prove e classificazione di resistenza contro l’attacco manuale”

UNI EN 1063 “Classificazione e prove di resistenza ai proiettili”

Le nostre specializzazioni in isolamento acustico. 

La Guida 

 

 

 

 

vetri_antisfondamento_porta_blindata_milano_lema_serramenti: titolo dell'articolo con sfondo di arredo di design